NewsVideogiochi

Metal Gear Solid V – Le nuove sfide dell’open world

Metal-Gear-Solid-5-Wallpaper

Da un interessante intervista al padre di Metal Gear Solid Hideo Kojima, pubblicata da Game Informer, ci arrivano suggestive notizie su come l’ultimo capitolo della serie, per chi non lo sapesse il V avrà radicali cambiamenti insieme a degli elementi innovativi che verranno introdotti.

Parlando di Innovazioni probabilmente parliamo dell’introduzione “Open World”  come scenario del gioco: i capitoli precedenti erano incentrati su diversi livelli staccati all’interno di ambientazioni delimitate, mentre il nuovo capitolo si caratterizzerà per uno scenario ampio e aperto. Kojima ci spiega che, a differenza di quanto accadeva nei capitoli precedenti, in questo titolo non ci saranno dei percorsi prestabiliti da seguire secondo un ordine rigoroso, ma ci sono comunque missioni caratterizzate da un grado di difficoltà differente. Continua dicendo che poi ci saranno delle situazioni particolari in cui ci ritroveremo all’interno di alcune missioni, che richieranno particolari comportamenti specifici: ad esempio, Kojima riporta di una missione in Ground Zeroes in cui si deve salvare Chico (un bambino soldato in PeaceWalker) e che richiede di effettuare una prestazione perfetta senza uccisioni, senza allarmi ed entro due ore. Ulteriore differenza la troveremo che ci sarà la possibilità di affrontare le missioni o di giorno o di notte, grazie al ciclo dinamico che consenti di giocare in situazioni di luminosità e orario. Questo ci renderà in grado di trarre a nostro vantaggio l’oscurità che ci renderà più difficili da scoprire, ma a scapito di capire esattamente cosa ci circonda. Inoltre la gestione della torcia sarà fondamentale per accecare i nostri avversari perché, se la punteremo contro i nemici loro per prima cosa si copriranno gli occhi, cosa che ci darà un momentaneo vantaggio, ma che determinerà la nostra posizione sulla mappa. Insomma non ci resta che attendere nuovo news su il gioco che molto probabilmente rimarrà nella storia.

Alessio Cialli
Eclettico personaggio, ha iniziato la sua carriera videoludica con un Commodore 64. Si consacra nei titoli Platform, Stealth e GDR. Titolo preferito: Alex Kidd in Miracle World "Sega Master System", gioco più vecchio di lui!

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Potrebbe interessarti anche