fbpx
VideogiochiNews

Rockstar permette ad un malato terminale di giocare in anticipo a Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2

Rockstar Games, diventa protagonista di un atto “umano” davvero eccezzionale, permettendo ad un giocatore malato terminale, di giocare con un mese d’anticipo con Red Dead Redemption 2. Il padre del ragazzo malato, ha contattato lo studio, temendo che il figlio, grande fan della serie, non sarebbe riuscito a vivere l’esperienza del sequel.

Questo bellissimo atto di umanità è stato fatto anche da Bethesda, quando un giocatore di nome Wes riuscì a godersi Fallout 76 immediatamente dopo che la famiglia contattò la software house, che guidò per ben quattro ore pur di regalargli una Power Armor Edition firmata del gioco e un’intera giornata di gioco. La stessa Nintendo, andò in contro ad un malato terminale, Chris Taylor, il cui sogno era di giocare Super Smash Bros. Ultimate. La società lasciò giocare il ragazzo ed i suoi amici molto prima del rilascio ufficiale, peccato che poi morì poco dopo.

LEGGI ANCHE  Resident Evil 1 Remake e Resident Evil 9, ecco le novità

Queste esperienze hanno spinto il padre di Jurian, ha contattare la Rockstar, sperando in un risvolto positivo. La società non si è fatta pregare e dopo una settimana ha esaudito il desiderio del ragazzo e del padre. Questo è quanto riportato dal ragazzo olandese:

“Tristemente, sono nelle ultime settimane della mia vita. Il mio trattamento è finito. Dal 2004 ho combattuto una rara malattia cronica chiamata neurofibromatosi di tipo 2, che causa molti tumori” benigni “a crescere nel mio corpo. Sono sopravvissuto a lungo, ma ora ho finito. Dato che stavo aspettando con eccitazione Red Dead Redemption 2, mio ​​padre ha deciso di contattare l’editore, chiedendo se avevano una copia del gioco in via preliminare come eccezione. Rockstar Olanda era disposta a darlo ma non aveva il permesso, quindi hanno contattato il quartier generale che mi ha messo in contatto con qualcuno di carino molto rapidamente e alla fine della settimana sono venuti a trovarmi due dipendenti di Rockstar Netherlands, che mi hanno dato una dimostrazione privata del gioco. Visto che ho letto un articolo poco fa su un caso simile con Nintendo, ho pensato di condividerlo, visto che anche Rockstar mi ha fatto un favore.”

 

LEGGI ANCHE  Stellar Blade – Recensione, l’identità di un Hack & Soul
Alessio Cialli
Eclettico personaggio, ha iniziato la sua carriera videoludica con un Commodore 64. Si consacra nei titoli Platform, Stealth e GDR. Titolo preferito: Alex Kidd in Miracle World "Sega Master System", gioco più vecchio di lui!

Comments are closed.

0 %