fbpx
VideogiochiGuide

Super Mario Odyssey – Guida ai boss

Super Mario Odyssey è già in circolazione da quasi un paio di settimane, e se da una parte molti avranno già finito la storia principale e si staranno dedicando al completismo sfrenato, ci saranno anche coloro che avranno appena acquistato il gioco e, magari, avranno qualche difficoltà con alcuni dei boss che l’ultimo titolo di Nintendo ci offre. E’ qui che entriamo in gioco noi, la redazione di Game Legends, fornendovi una guida dettagliata per prepararvi al meglio ad ogni singolo incontro!

Contenendo informazioni su tutte le grandi battaglie del gioco, ovviamente quest’articolo conterrà una gran quantità di SPOILER, perciò se avete aperto per errore questa pagina chiudetela immediatamente. Uomo avvisato mezzo salvato! Se invece siete qui proprio per questo, cominciamo subito con il primo boss.

  • Regno del Cappello – Topper (primo incontro)

Sarete ancora frastornati da quanto accaduto al povero Mario, ma Bowser non vi lascerà tregua e i suoi nuovi scagnozzi vi sbarreranno la strada: si tratta dei Broodals, gli organizzatori ufficiali del matrimonio del re dei Koopa, e vi troverete faccia a faccia con il primo di loro, Topper. Per sconfiggere questo coniglio alla moda dovrete colpire con Cappy i tre cappelli borchiati che indossa e, facendo attenzione a non venire colpiti da essi una volta fatti cadere a terra, saltare sulla sua testa per ferirlo. Stordito, Topper scomparirà nei suoi cappelli che inizieranno ad attraversare l’arena girando vorticosamente, e non potrete far altro che distruggerne due per guadagnare un cuore e continuare a schivare. Basterà ripetere tutto il processo una sola volta immobilizzando il coniglio con Cappy quando cercherà di scappare e la vittoria sarà vostra!

  • Regno delle Cascate – Madame Broode (primo incontro)

Siete appena giunti in cima alla montagna del Regno delle Cascate e davanti a voi si staglia Madame Broode che tiene al guinzaglio il suo amato Categnaccio. Per avere la meglio su di lei dovrete innanzitutto togliere il cappello al docile “cagnolino”, per poi cap-turarlo grazie al vostro fidato compagno. Madame Broode tirerà il guinzaglio, a voi basterà tirare nel verso opposto finché non si stancherà e a quel punto lasciare la presa per lanciarle il Categnaccio in faccia. Madame andrà su tutte le furie e proverà a colpirvi lanciando il suo animaletto da compagnia, e una volta schivato, le sue mosse seguiranno il pattern precedente. Ripetete questo processo per un totale di tre volte e la Multiluna sarà vostra. Tenete bene a mente che non potrete cap-turare il Categnaccio mentre scatta verso di voi.

  • Regno delle Sabbie – Hariet (primo incontro)

Questi Broodals non vogliono proprio darvi tregua: nel bel mezzo della vostra esplorazione del Regno delle Sabbie vi sbarrerà la strada Hariet, una coniglietta che dietro a un aspetto innocente nasconde un indefinito numero di palle di cannone chiodate. Questa volta non potrete toglierle direttamente il cappello, perciò vi toccherà schivare (o colpire) le sfere che verranno scagliate verso di voi finchè Harriet non farà roteare una grande palla chiodata con i suoi capelli: colpitela prima che colpisca voi e questa tornerà dritta al mittente, facendole cadere il cappello e permettendovi di saltarle in testa.

Harriet si rintanerà nel suo cappello, iniziando a volare disegnando un quadrato in aria e sganciando tre bombe per ogni lato, fate attenzione alle fiamme e continuate a schivare. La coniglietta tornerà a lanciarvi sfere chiodate come prima, ma stavolta potrete cercare di rispedire al mittente anche le due più piccole che tirerà prima di sfoderare la più grande. In generale, cercate di tenervi sul lato opposto dell’arena rispetto al vostro nemico, e quando si presenterà l’occasione ritorcetegli contro la sua strategia. Hariet entrerà nuovamente nel suo cappello, ma stavolta volerà a zig zag sopra la vostra testa, rendendo più difficile schivare i suoi colpi. Una volta tornata sul campo di battaglia, ripetete il processo un’ultima volta per sconfiggerla definitivamente. Prendete pure la Luna di Energia, ve la siete meritata!

  • Regno delle Sabbie – Sganassotec 

Nelle profondità della Piramide Capovolta vi aspetta l’ultimo boss del Regno delle Sabbie: si tratta di Sganassotec, una statua composta da una testa e delle mani fluttuanti che farà crollare dei pezzi di ghiaccio dal soffitto nel momento in cui entrerà nell’arena. Saranno proprio questi a garantirvi la vittoria: quando Sganassotec cercherà di schiacciarvi con un pugno, posizionatevi sopra un ghiacciolo e scansatevi all’ultimo secondo. Così facendo potrete cap-turare la mano del boss e, schivando i colpi che la statua vi sferrerà per opporre resistenza, pilotarla dritta verso la sua faccia esterrefatta. Alcuni dei blocchi di ghiaccio conterranno dei cuori, perciò cercate di far distruggere proprio quelli per curarvi se necessario.

Sganassotec si riprenderà presto e sparerà i due pugni attraverso l’arena e una volta schivati colpirà nuovamente il suolo, facendo nuovamente cadere del ghiaccio dal soffitto. Allontanatevi dalle ombre che appariranno sotto di voi e preparatevi a ripetere nuovamente lo stesso processo, stando attenti al maggior numero di colpi che il boss vi tirerà per cercare di fermarvi. Dopo esser stato colpito per due volte, Sganassotec cercherà di schiacciarvi tra i due palmi: quando le mani vibreranno eseguite un salto mortale o un salto in lungo per schivare la presa e ripetete per un’ultima volta il procedimento iniziale. Prendete la Multiluna e preparatevi a un Regno delle Sabbie in cui regna la pace (e il caldo!).

  • Regno del Lago – Rango (primo incontro)

Dopo uno scontro privo di conigli, ecco che tornano i Broodals: nel Regno del Lago affronterete Rango, il membro più alto del gruppo e con le orecchie lunghe che cadono fino alle spalle. Il boss non perderà tempo e lancerà subito il suo cappello-motosega verso di noi e, se lo avrete schivato, potrete colpirlo con Cappy per ribaltarlo e rivelare un trampolino simile a quelli che avete incontrato poco prima della battaglia. Saltateci sopra e, prima che Rango riprenda il suo cappello, schiantatevi sulla sua testa seguendo l’ombra che proietterete sul pavimento dell’arena.

Il coniglio si coprirà completamente con il suo copricapo e cercherà di colpirvi con un attacco in salto: facendo attenzione ai suoi piedi e alle lame del cappello, schivate tutti gli attacchi e raccogliete quante più monete possibile prima di ricominciare con lo stesso pattern della prima fase. Prestando attenzione all’attacco rimbalzante di Rango, ripetete tutto il processo altre due volte e la battaglia sarà conclusa.

  • Regno della Selva – Spewart (primo incontro)

A metà del vostro viaggio nel Regno della Selva incontrerete Spewart, il quarto ed ultimo membro dei Broodals, nonché l’unico che non avrete ancora affrontato. Tra i conigli sarà forse il più ostico, principalmente a causa dell’ampiezza dei suoi attacchi: il boss inizierà a roteare in equilibrio su un piede sputando veleno viola in circolo, consigliamo di tenersi quanto più lontano possibile da lui per evitare di essere colpiti. Per avvicinarvi a Spewart dovrete pulire il terreno, e per farlo basterà far roteare Cappy intorno a voi: con il tempismo giusto riuscirete anche a colpire il coniglio, facendogli cadere il cappello e rendendolo vulnerabile, ma state attenti agli attacchi improvvisi che sferrerà per cercare di sfuggirvi.

Spewart salterà nel suo cappello e comincerà a volare a zig zag in giro per l’arena lasciando dietro di sé una scia di veleno. Dopo aver schivato i suoi colpi ed aver pulito una quantità di terreno sufficiente a permettervi di muovervi liberamente, cercate di togliere il cappello al boss non appena tornerà a terra prestando comunque attenzione ai suoi proiettili velenosi: ripetete questo procedimento per un totale di tre volte e la prima Multiluna del Regno della Selva sarà nelle vostre mani.

  • Regno della Selva – Turbofiore

L’ufo che avete visto poco fa è il Turbofiore, ed è appena entrato nel Giardino Segreto per rubare tutti i fiori! Non potete permetterlo, perciò cap-turate il Bulbotto che se ne va a zonzo per l’arena e colpite la cupola di vetro del boss come se fosse una delle noci che avete distrutto poco prima. Inutile dire che il nemico si accorgerà di voi e, dopo aver fatto apparire tre blocchi grigi, inizierà a colpirvi con degli attacchi laser: cercando di schivarne quanti più possibile, distruggete i blocchi che alimentano la nave e colpite ancora una volta la cupola di vetro per infliggere il secondo colpo al Turbofiore.

Il boss cambierà strategia: cercherà di colpirvi con degli anelli laser che potrete schivare saltando con il Bulbotto, vi consigliamo di tenervi vicini ai margini dell’arena per evitare i colpi con più facilità. Una volta terminati gli anelli, i blocchi grigi compariranno nuovamente e a questo punto vi basterà ripetere la stessa procedura altre due volte. Dopo quattro vetri infranti il Turbofiore esploderà, cedendo il posto all’ultima Multiluna di questo regno.

  • Regno dei Nembi – Bowser (primo incontro)

Eh si, state per affrontare il re dei Koopa in persona. Non sarete gli unici ad attaccare con un cappello: Bowser aprirà le danze lanciandovi la sua tuba bianca dalla quale spunterà un paio di guantoni da boxe. Purtroppo per lui, basterà colpire il cappello con il vostro fidato compagno e Mario potrà saltarci dentro per indossarlo e riempire il suo nemico di pugni. Per farlo, però, dovrete schivare una serie di anelli infuocati saltando qua e là, e quando si presenterà l’occasione giusta dovrete avvicinarvi al boss e attaccarlo con una scarica di colpi che lo scaglierà sul bordo del ring. Il nostro caro tartarugone si alzerà presto e, assieme alla tuba, lancerà due cappelli illusori: concentratevi su quello più chiaro e ripetete lo stesso procedimento prestando attenzione alla grande palla di cannone che Bowser vi scaglierà quando sarete vicini a lui.

Il re dei Koopa non demorde: l’ultimo round sarà sostanzialmente simile al precedente, ma i cappelli illusori saranno cinque, e le palle di cannone tre. Riempite nuovamente di pugni il vostro avversario ma attenzione, questa volta bloccherà i vostri colpi e farà roteare la sua coda: saltate al momento giusto e sconfiggete Bowser con il suo stesso cappello. Che umiliazione! Ma non finisce qui.

  • Regno della City – Torcibrucobot

A prima vista, questo boss sembra decisamente estraneo all’universo del nostro idraulico preferito e più affine a quello di una certa cacciatrice di taglie che conosciamo molto bene. Non perdete tempo e catturate il prima possibile il carrarmato che scorrazza per l’arena: per sconfiggere il Torcibrucobot dovrete distruggere le sfere viola che compongono il suo corpo, vi consigliamo di sparare alle zone in cui il corpo del nemico sembra arrotolato, così da colpire più punti deboli in una volta. Quanto avrete distrutto tutte le sfere il boss diventerà nero e sparirà in un portale, perciò preparatevi alla prossima fase.

Il Torcibrucobot diventerà improvvisamente dorato e sparirà nuovamente. Prestate attenzione alle luci che spunteranno dai portali: il boss emergerà e caricherà seguendo la loro traiettoria, perciò cercate di allontanarvi quanto prima aspettando che l’invulnerabilità finisca. Dopo qualche attacco il robot si arrampicherà nuovamente sul palazzo e quello sarà il momento giusto per finirlo colpendo ancora una volta le sue sfere. Vi servono cuori? Sparando ai colpi che il Torcibrucobot scaglierà verso di voi potreste ottenerne qualcuno, perciò tenetevi pronti a farlo qualora doveste averne bisogno.

  • Regno del Mare – Capitan Polpidù

Bowser non sarà l’unico sovrano che affronterete nel corso della vostra avventura: dopo aver riattivato le quattro fontane del Regno del Mare, l’altezzoso Capitan Polpidù si alzerà dal suo trespolo gorgogliante e inizierà ad attaccarvi. Essendo troppo grande ed agile per gli standard di un idraulico, sarete costretti a cap-turare uno Sprizzo per poter raggiungere l’altezza necessaria per affrontare questo boss. Inizialmente dovrete spegnere la lava sulla testa di questo enorme polpo, e per farlo dovrete volare vicino/sopra al suo testone e sparare acqua grazie alla creatura che avete cap-turato. Attenzione: se vi avvicinerete troppo o non presterete attenzione alla quantità d’acqua che vi rimane potreste subire molti danni, perciò cercate di tornare sulla superficie del mare di tanto in tanto per fare il pieno di munizioni.

LEGGI ANCHE  Assassin’s Creed: Shadows, svelata la Collector Edition

Quando la lava sarà spenta la testa liscia di Polpidù, il suo vero punto debole, uscirà allo scoperto. Il boss inizierà a riconoscervi come un’effettiva minaccia e comincerà a sparare delle enormi conchiglie spinate, che però potrete facilmente evitare grazie all’agilità dello Sprizzo sotto il vostro controllo. Continuate a sparare acqua sulla sua testa o, se preferite, eseguite uno schianto per infliggere un quantitativo maggiore di danni in un solo momento. Polpidù inizierà a sferrare altri attacchi, come una raffica di razzi a forma di conchiglie e delle testate roteanti, perciò cercate di schivare quanto più possibile mentre vi posizionate sopra di lui per colpirlo come preferite. Continuate così e il borioso ladro cederà, restituendo al Regno del Mare la sua Acqua Pura.

  • Regno delle Nevi – Rango (secondo incontro)

Purtroppo Bowser ha già preso ciò che cercava nel Regno delle Nevi, e a comunicarvelo sarà proprio Rango, il coniglio smilzo e dalle lunghe orecchie che avete incontrato un po’ di tempo fa. La battaglia sarà sostanzialmente identica alla precedente, ma con qualche piccola differenza: se prima il vostro avversario lanciava un cappello per volta, ora saranno due e percorreranno traiettorie circolari e talvolta difficili da anticipare. Se ve la siete cavata nel Regno del Lago sapete già cosa fare, perciò colpite quanto prima uno dei due cappelli ed utilizzatelo come trampolino per colpire tre volte in testa Rango e sconfiggerlo una volta per tutte.

  • Regno dei Fornelli – Spewart (secondo incontro)

Si, avete già incontrato anche questo brutto ceffo: Spewart, il braccio del nuovo gruppo di antagonisti, vi sbarrerà la strada mentre cercherete di avvicinarvi al vulcano del Regno dei Fornelli, e sarete costretti ad affrontarlo nuovamente. Come per Rango, questa battaglia non sarà molto diversa dal primo incontro, perciò conoscete già i punti deboli di questo robusto coniglio: tenete sempre d’occhio la quantità di veleno sparsa in giro per l’arena, perché Spewart ne sputerà ancora di più e lascerà dietro di sé una fetida scia quando cercherà di scappare saltellando in giro. Basteranno nuovamente tre colpi ed il vostro avversario sparirà nel nulla, lasciando al suo posto una splendida Multiluna.

  • Regno dei Fornelli – Gourmello 

Avete visto in lontananza questo buffo uccello, ma ora dovrete affrontarlo per riprendervi il pentolone. Per tutta la durata dello scontro sarete in versione Fiammetto, fattore che risulterà decisivo poiché vi consentirà di nuotare nella lava: per sconfiggere Gourmello, infatti, dovrete risalire il getto di condimento che vi sputerà periodicamente dopo qualche attacco. Una volta schivati peperoni e padelle spinate, saltate fuori dalla corrente e colpitelo per bene in testa! Fate attenzione, perché dopo aver subito danni quest’uccellaccio vomiterà sempre più frequentemente padelle spinate, perciò se avete bisogno di recuperare un po’ di salute distruggete i pezzi di stufato che trovate in giro per l’arena grazie allo scatto della creatura sotto il vostro controllo.

Il secondo raggio che dovrete risalire sarà più stretto, mentre il terzo sarà intermittente: state attenti ai colpi di Gourmello e, saltando tra un getto e l’altro, colpitelo per tre volte in testa e preparatevi a gustare l’ultima Multiluna del Regno dei Fornelli (e magari anche un po’ di gustoso stufato!).

  • Regno dei Ruderi – Signore del Fulmine

Se il Torcibrucobot sembrava esser uscito da un Metroid beh, questo boss è quanto di più estraneo all’universo del nostro idraulico preferito. Bowser ha fatto le cose in grande stavolta, perchè questo maestoso drago nero è sotto il suo controllo e ci darà del filo da torcere. Mantenendo fede al suo nome, il Signore del Fulmine inizierà a sputare (guarda un po’) fulmini sulla piattaforma, generando anelli di energia nei punti in cui il suo soffio urta il terreno. Cercate di evitarli, vi consigliamo di correre verso il loro punto d’origine per sorpassarli in sicurezza, e preparatevi all’attacco più potente del boss che però lo metterà anche in pericolo: il drago cercherà di schiacciarvi con la testa, generando una serie di onde elettriche che si disperderanno per tutta l’arena, rimanendo poi fermo per un breve lasso di tempo. Saltate sul suo muso, rimuovete con l’aiuto di Cappy le spade che reggono la corona, facendo attenzione ai Pungini nei dintorni, e colpite per bene la nuca del drago con uno schianto a terra.

Il vostro avversario si rialzerà furiosamente e intensificherà la potenza dei suoi attacchi: fulmini e onde si faranno sempre più intense e gli anelli, oltre a essere sempre di più, vi inseguiranno per un breve lasso di tempo. Rimuovete la corona altre due volte, saltate in testa al Signore del Fulmine e la vittoria sarà vostra.

  • Regno di Bowser – Hariet (secondo incontro)

La coniglietta dei Broodals è tornata, e con lei le sue sfere acuminate: davanti alla reggia di Bowser gli ultimi due membri rimasti della famiglia vi si pareranno davanti, e dovreste sconfiggerli un’ultima volta prima di poter proseguire. Analogamente ai due rematch che avete già incontrato, lo scontro con Hariet non sarà molto diverso dal precedente, ma non va comunque preso alla leggera. Questa volta ci sarà una bomba per treccia, perciò preparatevi a dover schivare il doppio degli ordigni tenendo conto della pozza infuocata che lasciano sotto di loro: con il giusto tempismo potreste persino rispedirli al mittente, ma se non ve la sentite continuate ad evitare i suoi attacchi finché non utilizzerà il suo colpo più potente.

La coniglietta ruoterà i suoi capelli in aria scagliando rapidamente entrambe le trecce verso di voi, e se riuscirete a schivarle si incastreranno a terra: colpendo le sfere con Cappy farete saltare il suo elmetto e potrete saltarle in testa. Harriet salterà nel suo cappello, iniziando a svolazzare sopra di voi mentre cercherà di colpirvi con una serie di bombe. Schivatele o, se siete coraggiosi, cercate di rispedirle verso di lei, e una volta terminata questa fare ripetete il procedimento altre due volte per sconfiggere la penultima Broodal del gioco.

  • Regno di Bowser – Topper (secondo incontro)

Ormai è rimasto solo lui, Topper, l’ultimo membro della famiglia nonché primo boss del gioco, perciò rimanete concentrati e date il meglio di voi. Il discorso fatto per le rivincite precedenti vale anche per questo scontro, anche se questo risulterà un po’ più diverso rispetto al primo incontro con il coniglio vestito di verde. Topper scenderà in campo con tre cappelli impilati sulla sua testa, ed avrà a disposizione un nuovo attacco: dopo essersi avvicinato a voi inizierà a roteare cercando di travolgervi e, sebbene l’area del suo colpo venga indicata immediatamente, avrete poco tempo per schivare. Tenetevi a debita distanza dal vostro avversario e colpitelo ripetutamente per fargli cadere i cappelli, che però inizieranno a roteare in giro per l’arena: se sarete abbastanza veloci riuscirete ad esporre in fretta la sua testa, che dovrete ovviamente colpire.

Topper, nel tentativo di riorganizzarsi, riempirà il campo di battaglia di tube che inizieranno a rimbalzare sui bordi della piattaforma, se la vostra salute scarseggia cercate di distruggerne il più possibile per ottenere qualche cuore. Il coniglio si riprenderà, e stavolta avrà molti più cappelli impilati sulla testa: affrontate il vostro avversario esattamente come avete fatto finora e strappategli un’ultima vittoria. Nulla rimane tra voi e Bowser…o forse no?

  • Regno di Bowser – Robobrood

Proprio quando pensavate di esservi definitivamente liberati di loro, ecco che i Broodals tornano tutti insieme in una volta sola per cercare di sconfiggervi, stavolta a bordo del loro Robobrood nuovo di zecca. Questo gigantesco automa annovera nel suo arsenale palle di cannone, calci e ostacoli rotanti che strisciano a terra, il tutto rinchiuso in una corazza impenetrabile, ma fortunatamente per voi sarà seguito da qualche Picchiolo: cap-turate questo grazioso pennuto e preparatevi a rispedire al mittente le cannonate con cui cercherà di colpirvi, il tutto con il vostro letale becco.

Quest’ultimo vi permetterà, inoltre, di arrampicarvi sul corpo del robot, che dovrete prima far cadere a terra distruggendo l’armatura che protegge le gambe: basteranno due palle di canone per romperla e permettervi di avvicinarvi alla cabina di pilotaggio per riempirla di salti o beccate. La battaglia si farà sempre più difficile, principalmente a causa dell’aumentare dei colpi scagliati dal Robobrood e delle sue letali cariche, ma basterà ripetere il tutto finché le quattro cabine saranno distrutte per salutare una volta per tutte questi fastidiosi coniglietti.

  • Regno della Luna – Madame Broode

Davvero vi siete dimenticati di lei? Dopo averle dato una bella lezione nel Regno delle Cascate ed aver sconfitto tutti e quattro i suoi sottoposti, Madame Broode non è sicuramente felice di vedervi. Il rematch sarà sostanzialmente identico al primo scontro, cambieranno pochi dettagli: il vostro avversario opporrà più resistenza quando cap-turerete il suo amato Categnaccio, e per farlo dovrete rimuovere più di un cappello dalla testa del fedele animaletto da compagnia. Per il resto ripetete lo stesso procedimento che avete impiegato nella prima battaglia: schivate gli attacchi caricati e lanciate Categnaccio dritto in faccia alla gentile signora che, dopo tre colpi, sparirà definitivamente. Un altro po’ di strada e sarete finalmente pronti ad affrontare il Re dei Koopa.

  • Regno della Luna – Bowser (scontro finale)

Il matrimonio tra Bowser e Peach non s’ha decisamente da fare, e starà a voi sventare il più recente piano dello storico antagonista del nostro idraulico preferito. L’ultima battaglia di quest’interminabile odissea sta per cominciare, perciò preparatevi! Lo scontro sarà simile a quello avvenuto nel Regno dei Nembi, ma il vostro avversario avrà sicuramente qualche asso nella manica in più: oltre ai cappelli illusori, alle onde d’urto infuocate e ai massi, Bowser cercherà di colpirvi con delle immense palle di cannone infuocate che non potrete distruggere in alcun modo, non lasciandovi altra scelta se non schivarle. La strategia è la stessa: evitando o distruggendo le tube viola, cercate di ribaltare il cappello bianco per impossessarvene e riempire di sberle il Re dei Koopa.

Avvicinatevi a lui schivando i massi scagliati a zig-zag e, quando sarete sufficientemente vicini, sfoderate una scarica di pugni sul vostro nemico, che però parerà i vostri colpi e, a seconda del round, risponderà con una, due e quattro spazzate con la coda prima di poter subire danni e venir scaraventato fuori dal ring. Attenzione, perché dopo esser stato colpito Bowser salterà al centro dell’arena e soffierà un enorme cono di fiamme davanti a lui ruotando su sé stesso: il muro di fuoco potrà sembrare insormontabile, ma con il giusto tempismo riuscirete a evitare lo spiedo. Scagliate tre volte il vostro avversario fuori dal ring ed avrete sconfitto ancora una volta la vostra nemesi…ma preparatevi ad una piccola sorpresa.

Con lo scontro finale si conclude la nostra guida ai boss di Super Mario Odyssey! Speriamo di esservi stati utili, non dimenticate di dare un’occhiata alla nostra recensione del gioco. Ora che avete completato la storia principale, siete pronti a darvi al completismo sfrenato?

Federico "Gears" Lima
Nintendaro fino all'ultimo ricciolo, mi sono avvicinato al mondo Playstation solo da qualche anno. Le mie saghe preferite sono Kingdom Hearts, Pokemon e The Legend of Zelda, e la mia abilità nei picchiaduro classici e negli sparatutto è paragonabile a quella di un comodino. Non esattamente il massimo, insomma.

Comments are closed.

0 %