fbpx
News

I migliori mini-games nei più famosi videogames

gwent_the_witcher

Il mondo del gaming è vasto e raccoglie davvero milioni di appassionati in tutto il mondo. Per accontentare davvero tutti, gli sviluppatori hanno realizzato giochi che abbracciano tutte le tipologie di gioco e i gusti dei gamers, in modo tale da mantenere sempre alti interesse e curiosità.

Dai giochi fantasy e rilassanti, agli sparatutto, ai giochi di casinò fino agli openworld strategici, i giochi online sono un vero e proprio universo parallelo che affascina e connette utenti da ogni parte del mondo, eliminando barriere geografiche e culturali.

Che siano online o offline, molti giochi offrono un intrattenimento dinamico e variegato per mantenere alta l’attenzione dell’utente. Per questo, ormai in quasi tutti i videogames vengono sviluppati dei veri e propri mini-games all’interno del gioco stesso.

Si tratta di piccoli videogames che creano una parentesi divertente e accattivante che distoglie per un breve momento l’attenzione del giocatore dalla missione e scopo principale del gioco. Attenzione però: i mini-games sono comunque connessi alla storia e spesso e volentieri sono propedeutici per andare avanti nel gioco.

Quali sono i mini-games più apprezzati tra i giocatori? Ecco una lista dei più amati, sulla base dei videogames più famosi.

Gwent – The Witcher 3: Wild Hunt

Il terzo capitolo di The Witcher si annovera tra i titoli più apprezzati dal mondo gaming, almeno fino ad oggi, in attesa di The Witcher 4. Si tratta di un gioco del 2015 (la cui ultima versione per PS5 lanciata nel 2022) che ha ottenuto oltre 260 premi come Gioco dell’Anno e ancora oggi sul podio, preceduto solo da The Last of Us Parte III.

The Witcher 3 continua la storia di Geralt di Rivia, e della sua missione alla ricerca di Ciri per salvarla dalla Caccia Selvaggia che vorrebbe scatenare una terribile profezia che cambierebbe per sempre il mondo.

Nel vasto universo medievale fantastico in cui è ambientato questo action RPG, ci si ritroverà a giocare a Gwent, un minigioco di carte che ha avuto così tanto successo da esser presto diventato un gioco free to play a tutti gli effetti che prevede dei veri e propri tornei.

Il gioco, di strategia, si sviluppa in tre round, e all’inizio di ognuno di essi, i due giocatori prendono dieci carte dal mazzo, ognuna delle quali ha punti forza, mentre alcune hanno delle particolari abilità. L’obiettivo del gioco è ottenere il maggior numero di punti forza alla fine del terzo e ultimo round.

Poker Texas Hold’em – Red Dead Redemtpion II

Videogioco di azione e avventura a tema western, Red Dead Redemption II è stato lanciato nel 2018 da Rockstar Games. Prequel di Red Dead Redemption uscito 8 anni prima, è in realtà il terzo titolo della serie, iniziata nel più lontano 2004 con Red Dead Revolver.

LEGGI ANCHE  Come riconoscere un casinò online sicuro: la guida

Apprezzato da milioni di giocatori, ha ottenuto ben 175 premi come Gioco dell’Anno, quattro premi nel 2018 durante i Game Awards ed è apparso nella classifica del The Guardian tra i 50 migliori videogames del XXI secolo.

Ambientato negli Stati Uniti nel 1899, il giocatore veste i panni di Arthur Morgan, parte della banda fuorilegge di Dutch. Nel gioco ci si sposterà tra i vari luoghi del vecchio West, dove si dovranno pianificare e portare a termine rapine, crimini e battute di caccia per aumentare le scorte della banda.

L’ambiente interattivo e dinamico non può non proporre il gioco del poker, in perfetto stile Western. In Red Dead Redemption II viene proposta la variante del Texas Hold’em, sempre più apprezzata nel poker online, ed è possibile giocare contro un solo avversario o anche molteplici (fino a quattro): maggiore sarà il numero (e la difficoltà), maggiore sarà la vincita potenziale.

Disco – Yakuza 0

Sviluppato da SEGA e iniziato ad esser lanciato nei vari paesi tra 2015 e 2017, Yakuza 0 è il prequel dell’intera serie. Il gioco, action RPG, racconta della giovinezza di Kazuma Kiryu e Gorō Majima, finiti in un losco affare della malavita giapponese.

All’interno del gioco sarà possibile cimentarsi in Disco, un minigioco ritmico ed esilarante, se si pensa che i criminali Kazuma Kiryu e Gorō Majima, spesso impegnati in combattimenti pericolosi e violenti, si trovano a sfidarsi sulla pista da ballo.

Mosse tipicamente anni 80 e battute sprezzanti dei due protagonisti aggiungono un pizzico di comicità al game, mentre il giocatore dovrà imparare a tenere il ritmo ed eseguire combinazioni di tasti impegnative per infiammare la pista da ballo.

La stanza – Resident Evil 7: Biohazard

Sviluppato dalla Capcom, il titolo è il nono capitolo della famosissima serie Resident Evil. Il giocatore viene catapultato in prima persona all’interno dell’ambientazione squisitamente horror del videogioco, e precisamente in Louisiana.

Resident Evil non è solo un horror-survival e sparatutto, ma si caratterizza per la sua forte componente strategica, grazie ai numerosi rompicapo che mettono alla prova il giocatore.

Tra i vari DLC proposti che ampliano la storia base offrendo ancor più dinamismo, Filmati Confidenziali è il più apprezzato anche grazie a La Stanza. Si tratta di una mini escape room e allo stesso tempo puzzle mini-game. Il giocatore si ritrova immobilizzato su un letto, sorvegliato dall’inquietante Marguerite. L’obiettivo è liberarsi e cercare indizi quando la sorvegliante non c’è, ma attenzione a non farsi scoprire o saranno guai.

Comments are closed.

0 %