fbpx
VideogiochiNews

Cyberpunk 2077 non passerà all’Unreal Engine 5, CD Projekt chiarisce

Cyberpunk 2077, titolo sviluppato nel 2020 da CD Projekt RED, non sarà interessato dall’accordo stipulato oggi tra la software house polacca e Epic Games, accordo che produrrà una nuova saga di The Witcher sviluppata in Unreal Engine 5 e che, parallelamente, consentirà a Paweł Zawodny e soci di sviluppare nuovi titoli con questo motore grafico.

Come detto, il titolo che vede V come protagonista, non beneficerà di questo accordo poiché, come confermato dalla stessa casa di sviluppo, continuerà a essere espanso con il motore grafico con il quale è stato sviluppato e che CD Projekt RED ha implementato da sé, ovverosia il REDengine.

L’annuncio è arrivato parallelamente a quello riguardante la partnership strategica tra la software house polacca e la casa di produzione statunitense Epic Games. Vi abbiamo già raccontato cosa questo accordo produrrà, ma sarà The Witcher a beneficiarne, e non Cyberpunk 2077.

Di conseguenza, avremo una nuova espansione di questo titolo, espansione che consentirà ai nuovi giocatori di divertirsi e interfacciarsi con nuovi contenuti che continueranno a essere sviluppati in REDengine.

LEGGI ANCHE  Toys for Bob ha aggiornato il suo sito, nuovo gioco in arrivo?

Cyberpunk 2077 Unreal Engine 5

Intanto, continua senza sosta il lavoro di CD Projekt RED per migliorare e rendere più performante Cyberpunk 2077. Con il rilascio della patch 1.5 avvenuto il mese scorso e con il corposo update next gen, il titolo sta piano piano assestandosi e sta riuscendo a ritagliarsi una buona fetta di appassionati, nonostante le note problematiche riscontrate in fase di rilascio.

Questa patch ha portato in game nuove armi, nuovi appartamenti per V, nuove opzioni di personalizzazione e ha portato alcune modifiche al bilanciamento del gameplay. Inoltre, sono arrivate nuove feature soprattutto di natura grafica.

Cyberpunk 2077 per next gen ora supporta, su PlayStation 5, le funzionalità del DualSense. Inoltre, sulla console di casa Sony e su Xbox Series X supporterà il ray tracing e implementerà nuove modalità grafiche. Infine, gli NPC saranno più coinvolti e presenti nel proprio environment.

Fonte:
Raffaele Palmieri
Videogiocatore dalla nascita: al posto del biberon, stringevo tra le mie manine un controller del NES. Nintendaro per scelta, tradisco il mio grande amore costantemente con Sony e Microsoft.

Comments are closed.

0 %