NewsTecnologia

Project xCloud al via in Italia dalla prossima settimana

Xbox è pronta ad annunciare la nuova fase del progetto xCloud. Come anticipato il 7 aprile, l’azienda è al lavoro affinché la preview di Project xCloud sia disponibile su Android in Europa Occidentale. A partire dal 28 maggio 2020 sono stati inviati i primi inviti alla preview in Germania, Francia e Paesi Bassi e, dalla prossima settimana, cominceranno ad arrivare anche ai giocatori in Belgio, Danimarca, Finlandia, IrlandaItalia, Norvegia, Spagna e Svezia. Queste le parole di Catherine Gluckstein, GM & Head of Product di Project xCloud, sulla scelta di lanciare la preview in Europa Occidentale:

In collaborazione con il team di Microsoft Azure, stiamo monitorando attivamente l’impatto del COVID-19 sulle prestazioni di internet in Europa Occidentale e crediamo di poter procedere con il lancio dell’anteprima di Project xCloud all’interno della regione in maniera responsabile, utilizzando misure graduali. Infatti, abbiamo deciso di adottare un approccio ponderato per ogni Paese, inizialmente consentendo l’accesso a un numero limitato di partecipanti per poi aumentarne il numero nel corso del tempo, per evitare di sovraccaricare indebitamente la larghezza di banda del Paese. Siamo davvero entusiasti che nuovi giocatori in Europa Occidentale possano unirsi al divertimento, provare Project xCloud e contribuire a creare il futuro dello streaming dei videogiochi.

Sarà possibile a tutti registrarsi per partecipare alla beta del progetto, basterà soddisfare i seguenti requisiti:

  • Possedere un Account Microsoft e un Xbox gamertag;
  • Possedere uno smartphone o tablet Android con sistema operativo Android 6.0 o versioni successive con Bluetooth versione 4.0;
  • Un controller wireless per Xbox One abilitato per il Bluetooth. (Se non siete sicuri che il vostro controller ?Xbox One supporti il Bluetooth, è possibile fare riferimento a questo articolo di supporto);
  • Accesso a Wi-Fi o connessione dati mobile che supporti una velocità di download di 10Mbps, simile al video streaming. Se si utilizza una connessione Wi-Fi, si consiglia una connessione a 5Ghz.

Ricordiamo ovviamente che trattandosi di un’anteprima tecnica il cui obiettivo è apprendere dai giocatori, gli utenti potrebbero potenzialmente incontrare bug o altri problemi tecnici durante il processo di perfezionamento della tecnologia.

Benedetta Saccoccio
Famosa tra i suoi amici per essere informata su qualsiasi cosa ma eccessivamente scarsa in ogni gioco lei tocchi, fin dall'infanzia dedica il suo tempo libero a musica, spettacolo e tecnologia. Dedita all'arte del pettegolezzo, è sempre in cerca di nuovi "scoop" da condividere con tutti. Conosciuta dai più come VperVendemmia.

    Rispondi

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Potrebbe interessarti anche