fbpx
Giochi da Tavolo e di RuoloGDTRecensioni

Ahoy! – Recensione, esplorazione e avventura in alto mare!

Ahoy a voi! Oggi vi parliamo proprio di un titolo che porta il nome di questo particolare saluto marinaresco. Ahoy! è un coinvolgente gioco da tavolo di MS Edizioni che trasporta i giocatori in un’avventura marittima tra esplorazione, commercio e strategia. Creato per 2-4 giocatori, Ahoy! offre un’esperienza di gioco asimmetrica che promette di tenerci incollati al tavolo per ore, navigando tra i mari alla ricerca di ricchezze e gloria.

Alla conquista dei mari!

Il regolamento di “Ahoy!” presenta una miscela affascinante di meccaniche di gioco, che includono la gestione delle risorse, il commercio e l’esplorazione. I giocatori impersonano capitani di navi che navigano per mari sconosciuti alla ricerca di tesori e risorse preziose. Attraverso un’abile combinazione di movimento della nave, acquisizione di merci e ciurma, e in alcuni casi interazione con altri giocatori, i partecipanti cercano di accumulare la maggior quantità possibile di punti vittoria.

Un elemento chiave del gioco è la gestione delle risorse e la pianificazione strategica dei movimenti della nave. I giocatori devono bilanciare attentamente il tempo e le risorse tra l’esplorazione di nuove tessere, il commercio tra le isole, e la difesa dai pericoli dei mari.

Esistono tre fazioni distinte, ognuna con delle regole e stili di gioco completamente differenti. La fazione Squadrone Granfauci e quella dell’Unione dei Molluschi saranno sempre presenti sul campo, mentre quella dei contrabbandieri potrà essere utilizzata solo quando si giocherà a 3 o 4 persone.

Le prime due fazioni guadagneranno punti controllando le diverse regioni della mappa alla fine di ogni round, mentre i contrabbandieri guadagneranno i punti partiti completando delle pericolose consegne. Il gioco terminerà una volta che un giocatore riuscirà a totalizzare 30 punti.

Tutti i giocatori potranno contare su alcune azioni di base, come lo spostamento della propria nave sulla mappa, l’acquisizione di equipaggio e l’attivazione di combattimenti. Queste azioni si potranno sfruttare spendendo dadi da posizionare sulla propria plancia, con alcune restrizioni basate sui valori dei risultati del dado.

La bellezza di questo gioco sta nel fatto che ogni fazione ha uno stile di gioco ben preciso, e soprattutto delle capacità differenti. Ad esempio i Bluefin Squadron sono animosi e attaccabrighe, possono innalzare fortezze e cercano lo scontro ove possibile. L’unione di Molluschi tende più allo sciamare, evitando gli scontri ove possibile e può far affidamento su di un mazzo di carte speciali da pescare ogni turno. I contrabbandieri invece navigano al di fuori della lotta per il controllo territoriale, devono concentrarsi sul completare più consegne possibili, avendo però la possibilità di aumentare il valore in punti della regione dove consegnano, e speculando su scommesse alla fine del gioco, incentrate sul controllo della mappa.

LEGGI ANCHE  UniVersus, non il solito CCG

Qualità dei Materiali

MS Edizioni si impegna sempre a fornire prodotti di alta qualità, e “Ahoy!” non fa eccezione. Il gioco presenta un tabellone marino ben progettato e resistente, che crea l’atmosfera perfetta per un’avventura in alto mare. Le carte e i componenti sono realizzati con materiali durevoli e accattivanti, che resistono bene all’usura e che aggiungono valore alla componente visiva del gioco.

Gli artwork del gioco sono sicuramente uno dei punti forza di Aohy, con Kyle Ferrin che si riconferma un artista di altissimo livello, perché senza tanta caratterizzazione testuale è riuscito a ricreare un ambiente coinvolgente e davvero meraviglioso. Il colpo d’occhio della plancia è spettacolare e ispira i giocatori seduti al tavolo a prendere e salpare il prima possibile.

Quanto durerà il viaggio?

La longevità di Ahoy! è uno dei suoi punti di forza. Grazie alla varietà delle strategie disponibili e alla natura imprevedibile delle partite, la durata di un match sarà effettivamente variabile. Il gioco offre una rigiocabilità importante. Ogni partita presenta nuove sfide e opportunità, incoraggiando i giocatori a tornare al tavolo più volte per sperimentare nuove tattiche.

Sicuramente all’inizio non è proprio un titolo easy to play, serviranno magari una o due partite per iniziare ad entrare nel vivo del gioco, capendone meglio le dinamiche e quindi migliorando poi nel controllo o nel padroneggiare una fazione piuttosto che un altra.

In conclusione, Ahoy! è un’emozionante avventura marittima che promette di tenere incollati i giocatori al tavolo con la sua combinazione di esplorazione, commercio e strategia. Con un regolamento molto semplice, materiali di alta qualità e una longevità garantita dalle sue meccaniche di gioco, questo titolo merita sicuramente un posto nella collezione di chiunque ami i giochi da tavolo e le avventure in alto mare.

product-image

Ahoy!

8.5

Stilisticamente encomiabile, divertente e rigiocabile quanto basta. Ahoy ci trasporta all'interno di un'avventura tra i mari, dove il predominio delle isole e gli scambi di merce la faranno da padrone. Ogni giocatore potrà sfruttare le dinamiche che più gli piacciono per impostare un piano di gioco abbastanza unico e mai scontato. Probabilmente un gioco must have per tutti gli amanti di titoli non troppo complessi, ma che si fanno rigiocare continuamente.

Alessio Cialli
Eclettico personaggio, ha iniziato la sua carriera videoludica con un Commodore 64. Si consacra nei titoli Platform, Stealth e GDR. Titolo preferito: Alex Kidd in Miracle World "Sega Master System", gioco più vecchio di lui!

Comments are closed.

0 %