fbpx
VideogiochiNews

The Last of Us Parte 2: sala arcade presente nel gioco sta per chiudere

The last of us parte 2 arcade

La sala arcade con sede a Seattle presente in The Last of Us Parte 2 sta purtroppo chiudendo i battenti per sempre.

Come potete vedere nel tweet in allegato in questo articolo, a dare la notizia è stato un artista e scrittore con sede a Seattle, il quale si lamenta della chiusura imminente di Gameworks, una delle principali sale giochi della città del nord-ovest del Pacifico.

Questa sala arcade è quella che ha ispirato quella presente in The Last of Us Parte 2, durante le avventure di Ellie a Seattle, dove si avventura attraverso la città in rovina in barca durante il capitolo 4.

Gameworks sta chiudendo, a quanto pare. Questo è il giorno che ho temuto per anni. Seattle sta per perdere punti interessanti significativi.

Le risposte al tweet sono vedono molte persone altrettanto rattristate per la perdita di Gameworks a Seattle. Sembrerebbe che la sala giochi, che in realtà fa parte di una catena con sede negli Stati Uniti, tra la comunità di gioco di Seattle era ritenuta una delle migliori da visitare in tutta la città.

LEGGI ANCHE  Persona 6, un leak mostra il logo e il tema di riferimento

Per coloro che non lo sanno, Ellie visita le rovine di Gameworks in The Last of Us Parte 2 nella fase in cui incontra il Bloater. Potete vedere una breve clip del combattimento nel video di YouTube qui di seguito, dove potete vedere chiaramente la passerella centrale della grande sala giochi che si estende sopra la lotta di Ellie con il Bloater.

The Last of Us 2 si svolge principalmente proprio Seattle, dove Naughty Dog ha incorporato nel gioco vari altri punti di riferimento della città, tra cui Gameworks. Ad esempio, la gigantesca ruota panoramica tipica della città può essere vista mentre esplori la città nei panni di Ellie, e numerose fasi degli avvenimenti con protagonista Abby e la già citata Ellie si svolgono all’acquario di Seattle.

Fonte:
Paolo Saccuzzo
Laureato in Lettere Moderne e in Comunicazione della e Cultura dello Spettacolo, da sempre appassionato di tutto ciò che concerne l'intrattenimento in tutte le sue forme, dal cinema alle serie TV, dai fumetti alla musica, fino ad arrivare ai videogiochi. Amante del mondo Sony, è però cresciuto con i classici Nintendo, nello specifico Super Mario 64 e The Legend of Zelda: Ocarina of Time.

    Comments are closed.

    0 %