Durante lo Steam Next Fest abbiamo messo le mani su diverse interessanti demo, riguardanti titoli a dir poco interessanti, prossimamente in arrivo sulla piattaforma di Valve. Dragonheir: Silent Gods è un nuovo titolo ispirato a Dungenos & Dragons che esplora il mondo e le dinamiche di quell’universo, da una diversa prospettiva.

IFigli del Caos, un gruppo di eroi senza nome, si diresse allo scontro più mortale: i cinque si frapposero tra la tirannia della Regina dei Draghi Tiamat e le libere genti dei popoli, che bramavano la vita e la libertà sopra ogni cosa.

La Regina Tiamat però non era un nemico qualunque, e i nostri eroi perirono. Un millennio e due secoli dopo verranno risvegliati dalla Nebbia e, grazie ad una mezzelfa di nome Noteera, il giocatore verrà a conoscenza dello scopo del viaggio che lo aspetta insieme a questi eroi.

Il gioco è un isometrico, genere che ci consente una discreta esplorazione dell’ambiente circostante, con tanto di oggetti da trovare e scorciatoie segrete da scoprire. All’interno di Dragonheir: Silent Gods, potrete selezionare come razza di base Umano, Nano, Mezz’Elfo o Draconiano, cose che questo influirà sia sulla natura del vostro personaggio, sia sulle sue abilità.

È presente uno shop principale dal quale reperire valute di gioco spendibili per comprare oggetti nei vari negozi di gioco, ne esistono molteplici, sempre ricchi di artefatti e materiali che passano dal raro, all’epico, leggendario e culminano con l’esclusivo. Ci sono diverse tipologie di valute e diversi modi per scambiarle, principalmente tramite l’Exchenge del gioco.

Potrete ottenere diversi personaggi tramite l’uso di dadi che riceverete come ricompensa o tramite il classico acquisto in-app. A farla da padrone è senza dubbio il combat system, strutturato a plancia in puro stile D&D, nel quale una volta schierati voi stessi e gli alleati, come Noteera, verrete gettati nella mischia ed attiverete le vostre abilità mediante il caricamento di una barra azione, posta al disotto della vita dei nostri eroi.

Le abilità possono essere automaticamente innescate o potete trascinarle sul campo di battaglia, selezionando il vostro bersaglio preferito.
Ogni eroe è unico e possiede un proprio livello di esperienza: è cruciale equipaggiare armi, armature e oggetti di innata potenza per migliorarne le caratteristiche, oltre ovviamente a salire di livello per sbloccare nuove abilità e competenze.

Come in ogni avventura stile D&D che si rispetti, le scelte personali e le abilità, giocheranno un ruolo fondamentale nello scoprire misteri, segreti e piegare personaggi e NPC al vostro volere.

Dato che ci troviamo di fronte a una demo, c’è poco da dire per ora sul lato tecnico: il frame rate del gioco è selezionabile a 30 o 60fps mentre la risoluzione passa dal HD, per il Full-HD e al formato 2K. Purtroppo, ad ora, il gioco non ha un supporto alla lingua italiana.

Dragonheir: Silent Gods non ha ancora una data ufficiale di rilascio, e non arriverà solamente sulla piattaforma Steam, ma passerà anche per il mondo degli smartphone, inizialmente su sistemi Android, poi anche su iOS. Per la stima, si parla di un arrivo entro la fine dell’anno.

Tiziano Sbrozzi
Lusso, stile e visione: gli elementi che servono per creare una versione esterna di se. Tiziano crede fortemente che l'abito faccia il monaco, che la persona si definisca non solo dalle azioni ma dalle scelte che compie. Saper scegliere è un'arte fine che va coltivata.

    Rispondi

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Potrebbe interessarti anche