fbpx
VideogiochiRecensione

Disney Illusion Island – Recensione, la colorata avventura di cui hai bisogno

Disney Illusion Island è un videogioco di tipo platform bidimensionale disponibile per Nintendo Switch a partire dal 28 luglio 2023. Realizzato da Dlala Studios e pubblicato da Disney Games, il titolo lascia giocatrici e giocatori alle prese con un’avventura coloratissima e dinamica, nei panni dei principali personaggi della cultura disneyana.

Chi vuoi essere?

Disney Illusion Island si apre con la schermata di selezione del personaggio e della partita da giocare. Nel gioco è infatti possibile giocare diverse partite contemporaneamente, e selezionare un personaggio diverso ogni volta che si esegue l’accesso. Grazie alla dinamicità del titolo, si può scegliere se giocare nei panni di uno dei principali personaggi marchio di Disney: Topolino, Minnie, Paperino o Pippo. Cambiare personaggio non fornisce effettive differenze al gameplay, ma alcune modifiche di design ed estetica.

All’inizio di ogni partita, si può selezionare anche il numero di cuori che rappresenta la difficoltà dell’avventura, da uno a tre. Un cuore corrisponde a una partita complessa, due cuori corrispondono a una partita di media difficoltà e tre cuori a una partita semplice. Ogni volta che il personaggio urta uno dei nemici perde un cuore, e deve ricominciare dall’ultimo punto di salvataggio (rappresentato come una cassetta della posta). Nella mappa di gioco sono presenti numerosissimi punti di salvataggio, per agevolare il percorso dei giocatori ed evitare che si ripetano parti di mappa eccessivamente lunghe, che potrebbero diventare noiose.

Topolino, Minnie, Paperino e Pippo sono caratterizzati secondo le loro classiche linee comportamentali. Topolino è il leader indiscusso del gruppo, si trova sempre all’inizio della fila e non vede l’ora di mostrare il suo eroismo nelle missioni assegnategli. Minnie è genuina e coraggiosa, non demorde di fronte alle difficoltà e cerca sempre una soluzione di fronte ai problemi. Paperino ha un temperamento acceso e poco incline alla calma, si arrabbia facilmente, ma alla fine accetta la situazione con rassegnazione. Pippo è innocente, spesso confusionario ed entusiasta di partire all’avventura con i suoi amici. Queste differenze, come precedentemente accennato, si traducono in differenze puramente stilistiche, che non modificano in nessun caso la partita. I giocatori dovranno solo scegliere i loro preferiti e godersi la partita.

Un salto di qua, una caduta di là

La storia di Disney Illusion Island inizia con Topolino, Minnie, Paperino e Pluto che si ritrovano nello stesso posto, a Monoth, in modo inaspettato. Tutti hanno ricevuto una mappa con il luogo e il momento del ritrovo, ma nessuno sa chi l’ha mandata. È presto detto: Toku, il capo degli Hokun, ha un’importantissima missione per loro. I protagonisti devono prepararsi a partire per un’avventura di esplorazione e scoperta, attraverso tre diverse aree della mappa di gioco, ciascuna delle quali nasconde un pezzo della missione.

Le aree si riconoscono per i differenti biomi che le caratterizzano, e in ognuna i personaggi avranno funzioni specifiche per esplorare il labirintico luogo. Si parte da Pavonia, a ovest di Monoth, un bioma dallo stampo botanico dove i salti la fanno da padroni. Saltare, saltare più in alto, arrampicarsi sulle pareti saranno alcune delle funzioni che permetteranno di raggiungere tutti i punti della mappa, scovare le porte da aprire, le chiavi con cui aprirle e raggiungere il punto caldo della prima parte della missione principale.

LEGGI ANCHE  The Last of Us Stagione 2 mostra Joel ed Ellie

Il secondo bioma è Gizmopolis, il luogo più a nord di Monoth, dominato da incredibili meccanismi d’ingegneria moderna. Il terzo bioma è, invece, Astrono, nella zona a est della mappa di Monoth, dominato da meraviglie astrologiche e vasti oceani. Perdersi è difficile, grazie alla mappa che viene fornita ai giocatori all’inizio dell’avventura. Essa è pratica e intuitiva, piena di segnalini che indicano i punti di interesse, i luoghi da raggiungere e i punti di salvataggio, rappresentati come caselle postali verdi. Sbloccando nuove abilità, i giocatori possono tornare in vecchie aree per raggiungere i posti che non erano riusciti a visitare prima, quando mancavano gli strumenti adeguati. Per esempio, il salto è la prima funzione che si impara. Tuttavia, alcune zone sono situate troppo in alto, ed è necessario sbloccare il doppio salto oppure l’arrampicata per raggiungerle. In questo modo, la mappa diventa un dinamico strumento che guida le partite dei giocatori permettendo un’esplorazione a 360 gradi di tutte le zone del labirinto.

Durante l’avventura è possibile incontrare diversi personaggi che aiuteranno i protagonisti ad andare avanti. Potranno, per esempio, fornire loro strumenti ideali per allungare la loro potenza di salto, oppure regalare un nuovo pezzo di mappa di Monoth. Questi aiutanti sono preziosi e indispensabili, e compariranno strategicamente quando ce ne sarà bisogno.

Sua Maestà, la modalità multiplayer

Essendo presenti quattro personaggi, è possibile unirsi alla partita in quattro giocatori diversi, selezionando il numero nella schermata iniziale prima di ogni partita. La modalità multiplayer permette di attivare alcune pratiche opzioni che non sono presenti giocando in single player. Per esempio, due o più giocatori possono aiutarsi a vicenda a superare alcuni ostacoli, arrampicarsi, spingersi più lontano oppure sostenersi sott’acqua (nel bioma Astrono). Abbracciandosi, inoltre, si guadagna un cuore di vita. Giocare in modalità multiplayer non provoca rallentamenti di sorta al gioco, e la camera dominante è quella del Giocatore Uno, ossia il primo che inizia la partita.

Il sostegno tra giocatori è utile unicamente in previsione di un’esplorazione agevolata e più profonda. I nemici che si incontrano nella mappa di gioco, infatti, non sono da combattere ma da evitare, aggirare e superare senza essere colpiti. Combattere in party non è tra le opzioni di Disney Illusion Island, ma non se ne sente la mancanza: la tipologia di gioco è, infatti, studiata per avanzare e non per duellare.

Chicche interessanti

Disney Illusion Island catapulta i giocatori in un mondo colorato, limpido e dai contorni ben definiti. Lo stile grafico è curato e allegro, e rispecchia le caratteristiche dei prodotti Disney, in cui dominano i buoni sentimenti e i lieti finali. Una chicca particolarmente apprezzata è la localizzazione del gioco: il doppiaggio è perfettamente gestito e di altissima qualità, con la possibilità di inserire i sottotitoli o disattivare l’opzione dei dialoghi. Inoltre, i sottotitoli stessi possono essere personalizzati secondo i propri gusti, dalla velocità al colore del testo, dalle dimensioni all’opacità.

Essendo stato sviluppato per Nintendo Switch, Dlala Studios ha messo tutto il suo impegno per rendere Disney Illusion Island alla portata della piattaforma che lo ospita. Il gioco non lagga, si presta splendidamente anche alla modalità portatile, ed è adattato in modo ottimale allo schermo e ai tasti.

product-image

Disney Illusion Island

8

Disney Illusion Island è un'avventura bidimensionale dinamica e divertente. I puzzle sono semplici da risolvere, e i giocatori sono invogliati a proseguire percorso dopo percorso. L'avventura è caratterizzata da diversi nemici, scrigni, porte, e funzioni da sbloccare. Il mondo di gioco è colorato e graficamente pulito e limpido, e tutte le accortezze della localizzazione completano un quadro splendido. Altri personaggi aggiuntivi e un maggior numero di biomi avrebbero certo giovato, ma nel complesso il gioco è ben riuscito.

PRO
  • Modalità di gioco dinamica e divertente.
  • Possibilità di giocare più partite.
  • Funzione multiplayer.
  • Mappa di gioco intuitiva e ben strutturata.
CONTRO
  • Sono presenti solo tre biomi.
  • Moveset limitati, seppur contestualizzati col mondo di gioco.
Martina Lembo
Cresciuta a pane e videogiochi, la sua passione per il mondo videoludico è nata negli anni '90 e si è sviluppata, un pixel dopo l'altro, a partire dalla sua prima cartuccia, Pokémon Giallo (che tutt'ora custodisce gelosamente). Laureata in Fisica e specializzata in Tecnologie Avanzate, è una lettrice accanita, adoratrice del MCU, divoratrice di film anni '80, amante dei giochi di ruolo e da tavolo, e cosplayer occasionale. Non resiste al fascino del vintage. Potrebbe capitarvi di vederla setacciare il web alla ricerca di cartucce originali per Atari 2600.

    Comments are closed.

    0 %