fbpx
VideogiochiNews

Bloodborne Remake per PS5 potrebbe non essere in sviluppo

Una versione migliorata di Bloodborne (ed effettivamente anche un suo eventuale seguito) sono richiesti a gran voce dalla community ormai da anni e anni: la stragrande maggioranza dei giocatori che ha giocato l’esclusiva PS4 di FromSoftware è rimasta incantata e rapita dal mondo di gioco, e non vede l’ora di potersi ributtare prima o poi all’interno di esso. Sono anni che si susseguono voci ed ipotesi su un Bloodborne 2, ma con l’avvento della nuova generazione (e l’effettivo potenziamento di decine di altri giochi) si sono espanse a macchia d’olio anche le voci di una versione PS5 di Bloodborne, e/o di un vero e proprio Remake.

Tutte queste voci non hanno fin ora mai trovato un risvolto positivo, lasciando tutti a bocca asciutta, ma ora la questione potrebbe essere anche peggiore, con Jason Schreier di Bloomberg che è arrivato a smorzare gli animi. Rispondendo ad un fan su Twitter, che ha chiesto espressamente di anticipare al pubblico qualcosa riguardo a un progetto next gen per Bloodborne (effettivamente però l’utente ha chiesto di una “Remastered”), egli ha seccamente detto: «Non posso leakare ciò che non esiste».

Yoshida Bloodborne 2

All’atto pratico non abbiamo nulla su un possibile progetto, solo molti sogni e voci, quindi le parole di Schreier potrebbero senza dubbio rivelarsi la verità assoluta. Eppure, come spesso accade in questo mondo, tali negazioni potrebbero essere semplicemente delle restrizioni da parte delle varie aziende, o meglio ancora (come abbiamo anticipato) potrebbe trattarsi di un piccolo cavillo su cui lo stesso giornalista sta giocando: chissà, magari in cantiere non c’è mai stata una remastered, ma se si parlasse di un seguito, di un remake o di uno spin-off la risposta sarebbe stata diversa? Chissà.

LEGGI ANCHE  Gothic II: Complete Classic - Recensione della versione Nintendo Switch

Una sola cosa è sicura, la community vuole il ritorno di Bloodborne, vuole il ritorno di FromSoftware in quel mondo semi-lovecraftiano, e lo vogliamo anche noi.

Fonte:
Gianluigi Crescenzi
Classe 90, invecchia bene tanto quanto il vino, anche se preferisce un buon Whisky. Ama l'introspezione, l'interpretazione e l'investigazione, e a volte tende a scavare molto più del necessario. Inguaribile romantico, amante della musica e cantante in erba, si destreggia tra hack n'slash, soulslike, punta e clicca e... praticamente qualsiasi altro tipo di gioco.

Comments are closed.

0 %