fbpx
NewsCinema e TV

Arrestato Antony Starr: prigione per Patriota di The Boys

Antony Starr, attore che abbiamo visto all’opera nella serie Amazon Originals The Boys, è stato arrestato nella mattina del 2 marzo per aver picchiato uno chef in Spagna. Al malcapitato lavoratore, l’interprete di Patriota avrebbe detto: «Voglio ucciderti», oltre al più classico «Non sai chi sono io».

Ricostruiamo la vicenda: mentre si trovava in Spagna, precisamente a Costa Blanca, una località marittima che si trova nella provincia di Alicante, sarebbe scoppiata una rissa all’interno di un pub, nel corso della quale l’attore, in evidente stato di ebbrezza, avrebbe colpito due volte il cuoco. La colluttazione sarebbe poi proseguita all’esterno del locale, dove Starr, trascinato a forza dal proprietario, avrebbe ripreso a picchiare Araujo, questo il nome dello chef.

Solo l’intervento della polizia ha posto fine alla rissa. I gendarmi hanno, quindi, arrestato Antony Starr e lo hanno preso in custodia. L’attore ha evitato la prigione risarcendo la vittima dell’aggressione con 4000$, somma che è raddoppiata dopo la condanna a 12 mesi da parte del tribunale per aggressioni.

LEGGI ANCHE  Nuovo film su Il Signore degli Anelli con Peter Jackson tra i produttori

L’attore ha, quindi, trascorso due notti in cella ma non ne trascorrerà altre, a meno che non commetta altri reati nel corso della sua permanenza in Spagna, dove si trovava per lavorare a un progetto con Guy Ritchie, regista, tra gli altri, di film come The Snatch.Arrestato Antony Starr

Il fatto ha, ovviamente, scioccato gli affezionatissimi fan di The Boys e la nutrita fanbase dell’attore che abbiamo imparato ad apprezzare per le sue doti sul set anche in Banshee – La città del male e in film come Wish You Were Here.

Una notizia che è arrivata proprio in concomitanza con l’uscita della serie animata The Boys Presents: Diabolical che tratta, tra le altre, le vicende proprio del supereroe da lui interpretato nel prodotto Amazon Originals. Una sfortunata coincidenza che, siamo sicuri, non intaccherà il giudizio di critica e opinione pubblica.

Raffaele Palmieri
Videogiocatore dalla nascita: al posto del biberon, stringevo tra le mie manine un controller del NES. Nintendaro per scelta, tradisco il mio grande amore costantemente con Sony e Microsoft.

Comments are closed.

0 %