fbpx
VideogiochiNews

Spider-Man: Miles Morales registra vendite da record e batte The Last of Us Parte 2 in America

Spider-Man: Miles Morales PlayStation 5 VRR

Lo spinoff supereroistico Marvel’s Spider-Man: Miles Morales ha già superato nelle vendite i giganti per PlayStation 4 The Last of Us Parte 2 e Ghost of Tsushima in America, a discapito del lancio a metà novembre. Si tratta di un record su più fronti (quello temporale e quello delle piattaforme), che rende questo meritato traguardo davvero degno di nota. Trovate a questo link la nostra recensione del gioco.

Ricordiamo infatti che il survival horror di Naughty Dog è uscito lo scorso giugno, mentre l’open world storico lo ha seguito nel mese di luglio. In tutto questo, però, va anche considerato che il gioco di Insomniac Games è uscito su due piattaforme differenti: la già citata PlayStation 4, e la sua neonata erede, PlayStation 5. Abbiamo dunque un record più rapido, su più console.

I dati raccolti dal gruppo NPD hanno piazzato Spider-Man: Miles Morales come quinto tra i titoli dalle maggiori vendite nell’arco degli scorsi dodici mesi, mentre The Last of Us Parte 2 e Ghost of Tsushima sono rispettivamente settimo e ottavo. La classifica si basa sugli introiti, e mentre il gioco di Insomniac oscilla tra i cinquanta (PS4) e i settanta (PS5) dollari, gli altri due ne costano sessanta. Il duplice formato ha giocato a favore del nostro arrampicamuri.

LEGGI ANCHE  Tchia - Recensione, la vita da isolani su Nintendo Switch

Visto l’indubbio successo di The Last of Us Parte 2 e di Ghost of Tsushima, questo risultato fa davvero riflettere. I dati contano sia il mercato del formato fisico che le copie vendute in digitale, fornendo così un quadro accurato quantomeno per la situazione statunitense. Ovviamente, le vendite di questo titolo godono della maggiore associazione con PS5.

Nei dati di vendita pubblicati ogni lunedì, di recente GamesIndustry.biz ha notato un incremento nelle vendite dell’avventura supereroistica di Insomniac Games dovuto alle nuove scorte della console arrivate sugli scaffali. Non dubitiamo che l’incarnazione next-gen della New York nata dalla Casa delle Idee farà parlare di sé anche in futuro.

Alessandro Bozzi
Classe 1989, viene introdotto ai videogiochi dal padre durante l'età prescolare con DuckTales: The Quest for Gold su DOS (dopo essersi innamorato dell'omonima serie animata) in veste di spettatore. Inizia a giocare con Boulder Dash con un polveroso Commodore 64. Al decimo compleanno esordisce nel gaming moderno con Crash Bandicoot 3: Warped, per poi perdersi nel mondo Nintendo con Pokémon Versione Oro. La ricerca di uno sbocco professionale per la sua passione videoludica lo ha portato su GameLegends.

Comments are closed.

0 %