fbpx
VideogiochiNews

GameStop verso la chiusura? Tagli al personale, licenziato il CFO

Sono anni che GameStop, la famosa azienda statunitense rivenditrice di videogiochi e non solo, per un motivo o per un altro fa parlare di sé. Basti pensare allo scandalo del Circle of Life dei dipendenti del 2017 o al boom d’azioni avuto l’anno scorso grazie al gruppo Reddit r/wallstreetbets. Qui un nostro articolo a riguardo. Questa volta parliamo di una “serie di riduzioni”, citando la mail aziendale e l’ironico Stephen Totilo di Axios, che comportano il licenziamento di diversi dipendenti, fra questi ritroviamo anche il Game Informer e il CFO della società Mike Recupero.

Non sono state rilasciate motivazioni ufficiali per il licenziamento di Mike ma un informatore vicino alla faccenda ha dichiarato alla CNBC che è stata una scelta di Ryan Cohen, attualmente presidente di GameStop, il quale riteneva l’ormai ex-CFO “non adatto alla cultura e troppo chiuso”. Al momento è per noi impossibile sapere quali siano le vere ragioni e per ora si attendono le dichiarazioni dei diretti interessati.

Ci è stato però comunicato che a sostituire Recupero nel ruolo di CFO dell’azienda sarà Diana Saadeh-Jajeh attualmente Senior Vice President e Chief Accounting Officer della società. La quale, secondo un deposito presso la Security and Exchange Commision (SEC), pare avrà uno stipendio annuo iniziale di 200.000 dollari e un bonus di trasformazione di 1.765.000 dollari, per un totale di 1.965.000 dollari.

LEGGI ANCHE  Call of Duty: Black Ops 6 sta arrivando, ecco le date della beta

Grazie a Kotaku siamo inoltre in possesso della mail che l’azienda avrebbe inviato ai dipendenti dove giustifica i tagli asserendo di aver effettuato solo nell’ultimo anno 600 assunzioni a livello corporativo. Queste riduzioni servirebbero dunque  a reindirizzare i propri fondi, eliminare i costi in eccesso, incrementare lo staff nei negozi fra nuovi leader e dipendenti ed aumentare le responsabilità di questi ultimi al fine di migliorarne le prestazioni. Qui un nostro articolo a riguardo.

gamestop

Al solito non sta a noi giudicare le scelte di un’azienda ,ormai in piedi da quasi quarant’anni, che sicuramente sa come gestire le sue finanze e i propri dipendenti. Tutto ciò che si può fare al momento è attendere la sua prossima mossa al fine di scoprire il percorso che ha intenzione di intraprendere.

Daniele Ferraro
Appassionato a qualunque sfaccettatura della cultura pop si avvicina al mondo dei videogiochi con il Game Boy Advance. Cresciuto catturando centinaia di Pokémon e risolvendo tutti gli enigmi affrontati dal Professor Layton ha poi fatto di quella passione una delle sue ragioni di vita.

    Comments are closed.

    0 %